GLOSSARIO PER PROGETTI FINANZIATI DALLA COMMISSIONE EUROPEA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Venerdì 04 Agosto 2017 16:38

Accordo di partenariato (consortium agreement o partnership agreement)
Contratto finalizzato a regolare i rapporti tra i partner coinvolti in un progetto cofinanziato dalla Commissione europea e il beneficiario della sovvenzione comunitaria. L’accordo nasce su iniziativa delle parti e non coinvolge l’autorità contraente (Commissione europea o un’Agenzia esecutiva).


Ammortamento dell’attrezzatura (depreciation of equipment)
Principio da adottare per l’acquisto dell’attrezzatura necessaria al progetto. Solo l’ammortamento avvenuto nel periodo di ammissibilità, definito nel Grant Agreement, è un costo diretto ammissibile, nella misura in cui tale attrezzatura viene usata specificatamente in relazione alle attività del progetto. Le regole di ammortamento da applicare sono quelle relative alla tassazione nazionale e alle regole di bilancio dell’organizzazione beneficiaria.


Audit finanziario
Revisione contabile di un progetto che ha beneficiato di una sovvenzione comunitaria. La Commissione europea, la Corte dei Conti delle Comunità europee o altri organismi incaricati possono, fino a cinque anni dal pagamento del saldo finale, effettuare una revisione contabile.


Beneficiario (beneficiary)
L’organizzazione giuridicamente responsabile dell’esecuzione di un progetto sovvenzionato dalla Commissione europea.


Budget ammissibile
Il bilancio previsionale di una proposta progettuale. Il budget si compone di due parti: i costi ammissibili stimati per il finanziamento UE e le entrate stimate (compreso il finanziamento richiesto). Il bilancio deve sempre essere equilibrato (per cui la spesa deve essere uguale alle entrate). Il bilancio deve essere presentato usando il modulo fornito dalla Commissione europea per la presentazione delle domande di sovvenzione.


Capacità finanziaria del candidato (financial capacity of the applicant)
Costituisce uno dei criteri di selezione per l’assegnazione delle sovvenzioni. La capacità finanziaria indica la capacità del beneficiario di sostenere la propria attività durante tutto il periodo dello svolgimento del progetto. Per permettere questa valutazione, il beneficiario deve compilare il Modulo di Capacità Finanziaria fornito dalla Commissione europea.

 


Capacità operativa (operational capacity)
Costituisce uno dei criteri di selezione per l’assegnazione delle sovvenzioni e serve a valutare le competenze professionali e organizzative del proponente.


Comitato guida (steering committee)Comitato che esercita il controllo strategico sul progetto tramite riunioni periodiche nelle quali le persone responsabili della realizzazione del progetto ragguagliano il comitato sullo stato di avanzamento, sulle criticità emerse e sulle eventuali misure correttive da applicare.


Contratto di sovvenzione (grant agreement)
Il Grant Agreement elenca i termini e le condizioni che disciplinano la sovvenzione assegnata, ed entra in vigore alla firma delle due parti, ovvero il beneficiario e la Commissione europea o un’Agenzia Esecutiva.Può essere modificato entro il periodo di ammissibilità dell’azione, previa l’autorizzazione della Commissione europea.


Contributo in natura (contribution in kind)Qualsiasi contributo da parte di terzi il cui costo non è sostenuto né dal beneficiario, né dai partner. Può essere costituito da contributi sotto forma di capitali o di attrezzatura, materie prime, lavoro volontario non remunerato, personale di un’altra organizzazione (diversa da quella di partner o beneficiario). Di norma i contributi in natura non vengono considerati costi ammissibili.


Costi ammissibili (eligible costs)Sono le spese necessarie, sostenute dal beneficiario e dai partner nella realizzazione del progetto. Le procedure interne di resoconto e revisione devono permettere la diretta constatazione della concordanza dei costi e delle entrate relativi all’azione intrapresa, corredati dalle dichiarazioni di resoconto e dalla documentazione di supporto.


Costi diretti (direct costs)I costi diretti ammissibili sono quei costi direttamente collegati alla realizzazione del progetto o del programma di lavoro, e dunque vi possono essere direttamente ricondotti.


Costi indiretti (administrative/operating costs)
Sono costi ammissibili non identificabili come direttamente collegati alla realizzazione dell’azione, ma che vengono comunque sostenuti in relazione all’azione (possono includere ad esempio, costi per le utenze, costi di locazione, costi per le comunicazioni, costi di segreteria ecc.).


Criteri di ammissibilità (eligibility criteria)
I criteri di ammissibilità rappresentano i requisiti formali per la partecipazione ad un bando, sono indicati nell’invito a presentare proposte e vengono verificati durante la prima fase di selezione delle proposte presentate.


Criteri di assegnazione (award criteria)
I criteri di assegnazione costituiscono la base per valutare la qualità di ogni proposta in relazione agli obiettivi del programma di riferimento. Comprendono sia elementi di carattere qualitativo che quantitativo.


Criteri di esclusione (exclusion criteria)
Sono criteri di natura generale e si applicano a tutti i candidati ad ottenere un finanziamento dalla Commissione. I candidati devono certificare di rispettare le norme contenute negli Articoli 93(1), 94 e 96(2)(a) della Regolamento Finanziario.


Criteri di selezione (selection criteria)
Questi criteri costituiscono la base per valutare la capacità operativa e la capacità finanziaria delle organizzazioni candidate.


Destinatari (target group)
I soggetti che beneficiano di un intervento, un’azione, la realizzazione di un servizio previsto in un progetto comunitario.


Emendamento al contratto di sovvenzione (amendment to a grant agreement)
Un amendment è un atto giuridico che consente alle parti di modificare il contratto di sovvenzione in corso d’opera. Tale documento modifica uno o più termini del contratto di sovvenzione originario, generando nuovi diritti o doveri per il beneficiario della sovvenzione.


Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee (GUCE)
Documento ufficiale dell’Unione Europea sul quale vengono pubblicati gli atti legislativi e amministrativi delle Istituzioni comunitarie. La GUCE viene edita quotidianamente in tutte le lingue ufficiali dell’Unione Europea articolandosi in tre Serie:1) serie Legislazione - GUCE L -, contenente i testi normativi adottati dalle istituzioni comunitarie;2) serie Comunicazioni - GUCE C -, contenente le proposte normative della Commissione, i resoconti e le interrogazioni del Parlamento, i bandi di concorso;3) serie Supplementi - GUCE S -, contenente i bandi di gara e gli appalti.


Indicatore (indicator)
Misura sintetica, quantitativa o qualitativa, in grado di fornire la rappresentazione di fenomeni e di riassumerne l’andamento. L’indicatore di realizzazione misura l’esito concreto dell’implementazione delle attività di un progetto. L’indicatore di risultato misura l’effetto diretto generato da un attività a seguito della sua realizzazione. L’indicatore di impatto misura gli effetti generati dal progetto sul medio-lungo termine.


Invito a presentare proposte (call for proposals)
Procedura per la distribuzione delle sovvenzioni disponibili su un determinato programma. L’invito specifica il budget; i criteri di ammissibilità, selezione e assegnazione; la documentazione da presentare; le condizioni del cofinanziamento; le condizioni per la presentazione di proposte; la data in cui è possibile dare avvio al progetto. I bandi sono pubblicati sui siti web della Commissione europea o delle Agenzie esecutive e sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE.


Mandato (mandate)
In base al Grant Agreement, il beneficiario ha la piena responsabilità dell’azione di fronte alla Commissione europea. Il mandato deve essere firmato da ogni partner del progetto per delegare il coordinatore ad agire in sua vece durante la realizzazione dell’azione. Il modello del mandato è fornito dalla Commissione europea e viene allegato al contratto di sovvenzione.


Modulo di identificazione finanziaria (financial identification form)
Modulo, fornito dalla Commissione europea, che il beneficiario deve compilare al fine di attribuire un conto bancario al contratto di sovvenzione. Tale modulo deve essere firmato dal titolare del conto e deve essere certificato dalla banca.


Modulo per la personalità giuridica (legal entity form)
Modulo fornito dalla Commissione europea che il beneficiario deve compilare al fine di rendere possibile l’identificazione della personalità giuridica, deve essere presentato insieme ai documenti di supporto (statuto, numero di registrazione/partita IVA).


Partner
Co-beneficiari e co-organizzatori di un progetto supportato dalla Commissione europea.


Partner associato (associated partner)
Un’organizzazione che partecipa alla realizzazione delle attività del progetto proposto in maniera limitata e collaterale. I costi sostenuti da un partner associato non sono ammissibili, se non sotto forma di rimborso spesa per viaggi e soggiorni pagati direttamente dal beneficiario.


Periodo di ammissibilità (eligibility period)
Il periodo in cui devono essere generati i costi ammissibili, ovvero i costi necessari alla realizzazione del progetto. Il periodo di ammissibilità è definito nel contratto di sovvenzione.


Prospettive finanziarie
Le prospettive finanziarie costituiscono l’inquadramento delle spese comunitarie su un periodo di più anni. Risultano da un accordo interistituzionale tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione e precisano l’ampiezza massima e la composizione delle spese comunitarie prevedibili. Le prospettive finanziarie non corrispondono a un bilancio pluriennale, in quanto la procedura di bilancio annuale resta indispensabile per stabilire l’ammontare effettivo delle spese e la ripartizione tra le varie linee di bilancio.


Revisione esterna (external audit)
Se la sovvenzione richiesta supera i 500.000 Euro è obbligatorio allegare alla candidatura una certificazione prodotta da un revisore contabile autorizzato. Questo deve includere revisioni certificate dell’ultimo anno finanziario disponibile (non anteriori a 18 mesi).


Sub-appalto (Sub-contracting)
Qualunque servizio e/o bene collegato al progetto che sia fornito da terzi che non siano il beneficiario o i partner. I costi diretti collegati alle attività sub-appaltate devono essere chiaramente indicati nel bilancio previsionale.


Valutazione ex ante
Valutazione effettuata prima dell’approvazione di progetto. L’obiettivo è di selezionare e scegliere fra soluzioni d’implementazione alternative.


Valutazione ex post
Valutazione effettuata dopo che è stato ultimato l’intervento. L’obiettivo è valutare se il progetto ha raggiunto gli obiettivi prefissati e con quali modalità, formulando soluzioni e raccomandazioni per futuri sviluppi del progetto.


Valutazione in itinere
Valutazione effettuata a medio termine, quando il progetto è ancora in corso, per verificare la presenza di eventuali deviazioni dal progetto originario ed eventualmente definire azioni correttive.


Fonte:
Enterprise Europe Network, Manuale operativo per l’accesso ai programmi europei a gestione diretta.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Agosto 2017 16:45