Benvenuti in www.generefemminile.it
GLOSSARIO PER PROGETTI FINANZIATI DALLA COMMISSIONE EUROPEA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Venerdì 04 Agosto 2017 16:38

Accordo di partenariato (consortium agreement o partnership agreement)
Contratto finalizzato a regolare i rapporti tra i partner coinvolti in un progetto cofinanziato dalla Commissione europea e il beneficiario della sovvenzione comunitaria. L’accordo nasce su iniziativa delle parti e non coinvolge l’autorità contraente (Commissione europea o un’Agenzia esecutiva).


Ammortamento dell’attrezzatura (depreciation of equipment)
Principio da adottare per l’acquisto dell’attrezzatura necessaria al progetto. Solo l’ammortamento avvenuto nel periodo di ammissibilità, definito nel Grant Agreement, è un costo diretto ammissibile, nella misura in cui tale attrezzatura viene usata specificatamente in relazione alle attività del progetto. Le regole di ammortamento da applicare sono quelle relative alla tassazione nazionale e alle regole di bilancio dell’organizzazione beneficiaria.


Audit finanziario
Revisione contabile di un progetto che ha beneficiato di una sovvenzione comunitaria. La Commissione europea, la Corte dei Conti delle Comunità europee o altri organismi incaricati possono, fino a cinque anni dal pagamento del saldo finale, effettuare una revisione contabile.


Beneficiario (beneficiary)
L’organizzazione giuridicamente responsabile dell’esecuzione di un progetto sovvenzionato dalla Commissione europea.


Budget ammissibile
Il bilancio previsionale di una proposta progettuale. Il budget si compone di due parti: i costi ammissibili stimati per il finanziamento UE e le entrate stimate (compreso il finanziamento richiesto). Il bilancio deve sempre essere equilibrato (per cui la spesa deve essere uguale alle entrate). Il bilancio deve essere presentato usando il modulo fornito dalla Commissione europea per la presentazione delle domande di sovvenzione.

Ultimo aggiornamento Venerdì 04 Agosto 2017 16:45
Leggi tutto...
 
AVVISI SOCIALI, NUOVO SERVIZIO PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Domenica 21 Maggio 2017 00:00

Vi segnaliamo il blog “AvvisiSociali” a cura di Cotrina Madaghiele, presidente dell'Associazione Genere Femminile, dove troverete informazioni su tematiche sociali, pari opportunità, lavoro e monitoraggio di bandi e finanziamenti da Enti pubblici/privati.


https://avvisisociali.blogspot.it/

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Maggio 2017 08:48
 
BUONA PASQUA PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Giovedì 13 Aprile 2017 16:53

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Maggio 2017 08:48
 
PRE-SEED, IL BANDO DELLA REGIONE LAZIO PENSATO PER LE STARTUP INNOVATIVE PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Domenica 12 Marzo 2017 00:00

https://avvisisociali.blogspot.it/

 

Un bando da 4 milioni di euro per stimolare la nascita di nuove realtà imprenditoriali che si collochino alla frontiera dell’innovazione e che contribuiscano a diffondere sempre di più nel tessuto economico laziale i frutti della ricerca e le più recenti scoperte in ambito tecnologico.


Questo è l’avviso “Pre-seed”, pensato per supportare la creazione e il consolidamento di startup innovative ad alta intensità di applicazione di conoscenza e le iniziative di spin-off della ricerca.



Con questa iniziativa la Regione Lazio vuole sostenere le prime fasi di avviamento della creazione di startup innovative (il “pre-seed” appunto) e aiutarle a consolidare la loro idea di business. Inoltre, si intende rafforzare il legame tra il mondo della ricerca e le imprese attraverso la promozione di spin-off.


Per info:
http://www.lazioinnova.it/startup-bando-pre-seed/

Ultimo aggiornamento Domenica 12 Marzo 2017 17:43
 
8MARZO2017 - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Lunedì 06 Marzo 2017 19:35

 

Roma - Questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909, in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922.


Nel 1908, in una fabbrica tessile americana, un gruppo di lavoratrici sciopera per alcuni giorni a causa delle condizioni inumane cui vengono sottoposte. L’8 marzo il proprietario dello stabilimento blocca le operaie all’interno della fabbrica, impedendo loro di uscire. A causa di un violento incendio che divampa accidentalmente nei locali, 129 donne muoiono tra le fiamme.

Secondo alcuni, questi sono i fatti che portarono all’istituzione della “Giornata internazionale della donna”.


Tuttavia, dal secondo dopoguerra, cominciarono a circolare varie versioni sul fatto di considerare l’8 marzo come una giornata di protesta internazionale per il riconoscimento dei diritti delle donne.

C’è chi fa riferimento ad un’altra tragedia verificatasi nella stessa città il 25 marzo 1911, l'incendio di una fabbrica nella quale morirono 146 lavoratori, la maggior parte donne. Altre versioni citano la violenta repressione poliziesca di una presunta manifestazione sindacale di operaie tessili tenutasi a New York nel 1857, mentre altre ancora riferivano di scioperi o incidenti avvenuti a Chicago, a Boston o a New York.


Quello che è rilevante, invece, rimane l’’idea di dedicare una giornata alle donne per rivendicarne i diritti e per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche, sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo.

La questione femminile comincia ad emergere e a richiedere attenzione da parte dei Governi, inizialmente negli Stati Uniti, poi in tutto il mondo grazie alle associazioni femministe. Le donne cominciano a far sentire la loro voce e a rivendicare i propri diritti spesso ignorati.


In Italia la celebrazione in favore dei diritti delle donne si tiene nel 1922, su iniziativa del Partito Comunista d’Italia.


Con la risoluzione 3010 del 18 dicembre 1972, ricordando i 25 anni trascorsi dalla prima sessione della Commissione sulla condizione delle Donne (svolta a Lake Success, nella Contea di Nassau, tra il 10 ed il 24 febbraio 1947), l'ONU proclamò il 1975 "Anno Internazionale delle Donne".

Il 16 dicembre 1977, con la risoluzione 32/142 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite propose ad ogni Paese di dichiarare un giorno all'anno "Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale". Adottando questa risoluzione, l'Assemblea riconobbe il ruolo della donna negli sforzi di pace e riconobbe l'urgenza di porre fine a ogni discriminazione e di aumentare gli appoggi a una piena e paritaria partecipazione delle donne alla vita civile e sociale del loro paese. L'8 marzo, che già veniva festeggiato in diversi Paesi, fu scelta come la data ufficiale da molte nazioni.


L’Associazione Genere Femminile riassume tutto questo affinché non venga perso il connotato ed il valore iniziale di questa data, appunto di lotta per la rivendicazione dei diritti e contro la discriminazione in tutti gli ambiti della vita civile. In questo modo si vuole contribuire a non far perdere la memoria storica delle reali origini della manifestazione.


Il percorso di cambiamento non può essere intrapreso se non c'è rispetto dei diritti fondamentali.


Associazione Genere Femminile

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.generefemminile.it

www.facebook.com/generefemminile

https://avvisisociali.blogspot.it


Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Marzo 2017 19:40
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 54