Benvenuti in www.generefemminile.it
AGEVOLAZIONI PER LA CREAZIONE DI IMPRESE FEMMINILI PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Giovedì 22 Febbraio 2018 15:24

“Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo volto a sostenere la creazione di nuove micro e piccole imprese costituite prevalentemente o esclusivamente da giovani e da donne, promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico.


Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili.


Le agevolazioni sono rivolte alle imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale, per iniziative volte a:

• produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli

• fornitura di servizi alle imprese e alle persone

• commercio di beni e servizi

• turismo


Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.


La dotazione finanziaria è di circa 150 milioni di euro, le agevolazioni saranno concesse fino a esaurimento dei fondi.

Per info:

http://www.invitalia.it/site/new/home/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/nuove-imprese-a-tasso-zero/presenta-la-domanda/articolo19012133.html

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Febbraio 2018 15:26
 
NOME DI DONNA: IL NUOVO FILM DI MARCO TULLIO GIORDANA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Mercoledì 14 Febbraio 2018 18:51

Uscirà l'8 marzo, al cinema, l’ultimo film del regista Marco Tullio Giordana: "Nome di Donna".

Il film parla delle molestie sul luogo di lavoro, tema balzato di recente agli onori della cronaca ma nascosto per anni sotto il tappeto.

Non è però un film di “denuncia”, come sottolinea il regista, ma un film che racconta l’omertà, la compiacenza, il disonore generale e il coraggio invece di una giovane donna che sfida tutto questo e si ribella dimostrandosi più forte del luogo comune.


Di seguito il trailer e la pagina Facebook per rimanere aggiornati.


https://www.youtube.com/watch?v=WcQREWwm_J8&feature=youtu.be

https://www.facebook.com/NomeDiDonna/

 


Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Febbraio 2018 18:57
 
PARI OPPORTUNITÀ NELLE SCUOLE PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Domenica 04 Febbraio 2018 09:29

 

Sensibilizzare studenti e insegnanti sui principi della parità e delle pari opportunità, in coerenza con i principi espressi anche dalla Costituzione, in particolare all’articolo 3.


Lavorare per il superamento degli stereotipi di genere che ancora oggi influenzano i percorsi formativi, l’accesso al mercato del lavoro e la carriera delle e dei giovani. Sono i principali obiettivi del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la Consigliera Nazionale di Parità presso il Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali.


L’Intesa prevede la costituzione – presso il Miur – di un Comitato paritetico per la promozione di attività specifiche su questi temi e rientra tra le iniziative messe in campo dal Ministero dell’Istruzione per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione e favorire il superamento di pregiudizi e disuguaglianze. Tra queste, in particolare, il Piano nazionale per l’educazione al rispetto del quale fanno parte le Linee guida nazionali previste dal comma 16, art. 1, della Legge 107 del 2015 per promuovere nelle scuole “L’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le altre discriminazioni”.


Per info:

http://www.miur.gov.it/web/guest/protocolli-d-intesa/-/asset_publisher/P2P3r27IBRWj/content/protocollo-d-intesa-miur-consigliera-nazionale-parita?inheritRedirect=false&redirect=http%3A%2F%2Fwww.miur.gov.it%2Fweb%2Fguest%2Fprotocolli-d-intesa%3Fp_p_id%3D101_INSTANCE_P2P3r27IBRWj%26p_p_lifecycle%3D0%26p_p_state%3Dnormal%26p_p_mode%3Dview%26p_p_col_id%3Dcolumn-2%26p_p_col_count%3D1

Ultimo aggiornamento Domenica 04 Febbraio 2018 09:31
 
LE LINEE GUIDA OSPEDALIERE PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Giovedì 25 Gennaio 2018 17:55

Saranno presto pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, le Linee guida nazionali di indirizzo e orientamento per le Aziende sanitare e le Aziende ospedaliere in tema di soccorso e di assistenza socio-sanitaria alle donne vittime di violenza. Le linee guida, previste dalla legge di Stabilità del 2016, tracciano un percorso per le donne che subiscono affinché sia garantita loro un’adeguata e tempestiva presa in carico, dal triage fino all’accompagnamento e/o orientamento, se consenzienti, ai servizi pubblici e privati dedicati presenti sul territorio.


Elaborate dal gruppo di lavoro costituito all’interno dell’Osservatorio nazionale sul fenomeno della violenza sessuale e di genere, insediatosi nel mese di novembre 2016, le Linee guida nazionali coinvolgono nel percorso anche gli eventuali figli minori della donna, testimoni o vittime di violenza.


Le Linee guida nazionali dovranno essere adottate entro un anno dalla loro entrata in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Fonte: Dipartimento Pari Opportunità

http://www.pariopportunita.gov.it/media/3496/linee-guida-nazionali-ufficiali.pdf


Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Gennaio 2018 17:59
 
MOLESTIE E VIOLENZA DI GENERE NELLA LEGGE DI BILANCIO 2018 PDF Stampa E-mail
Scritto da Cotrina Madaghiele   
Mercoledì 24 Gennaio 2018 17:34

Due sono le misure innovative nelle Legge di Bilancio 2018 per favorire la denuncia di molestie sessuali e aiutare le donne vittime di violenza.


Nella manovra 2018 pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre come legge 205/2017 hanno trovato spazio due nuove misure per difendere i lavoratori che sono vittime di molestie sessuali nel luogo di lavoro e denunciano l'accaduto e per le donne vittime di violenza di genere. Si tratta del divieto di licenziamento dopo una denuncia per molestie (art. 1, comma 218), e dell'incentivo per l'assunzione di donne vittime di violenza di genere da parte di cooperative sociali (art. 1. comma 220).


La Legge di Bilancio 2018 inserisce nel Codice delle pari opportunità disposizioni a garanzia dei soggetti che denunciano molestie, anche sessuali, sul luogo di lavoro, facendo divieto di licenziamento del lavoratore fatti salvi i casi di accertata diffamazione da parte del denunciante. Inoltre pone a carico del datore di lavoro l'obbligo di garantire l'integrità fisica e morale e la dignità dei lavoratori, e di porre in essere, con il coinvolgimento dei sindacati, nuove iniziative volte a prevenire le molestie sessuali. La legge, inoltre, sollecita tutti i soggetti coinvolti, tra cui anche i lavoratori e le lavoratrici, a garantire un ambiente di lavoro rispettoso della dignità umana.


Inoltre, è prevista l'attribuzione di un contributo in favore delle cooperative sociali per le assunzioni di donne vittime di violenza di genere ed inserite nei relativi percorsi di protezione, con contratti di lavoro a tempo indeterminato, aventi decorrenza dopo il 31 dicembre 2017 e purché stipulati entro il 31 dicembre 2018. Il contributo consiste in uno sgravio contributivo per un periodo massimo di 36 mesi, entro un limite di spesa pari a 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2018-2020. Si demanda ad un prossimo decreto ministeriale la definizione dei criteri di assegnazione del contributo. Questa misura si aggiunge alla previsione già presente, di concessione di congedo lavorativo indennizzato per le donne vittime di violenza (art. 24 del decreto legislativo n. 80 del 15 giugno 2015).

Ultimo aggiornamento Mercoledì 24 Gennaio 2018 17:38
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 53